Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Via del Boomerang - Monte Brento, 12/05/2024
Inserisci report
Onicer  merenderos   
Regione  Trentino Alto Adige
Partenza  San Giovanni (Arco di Trento) (1000m)
Quota attacco  650 m
Quota arrivo  1535 m
Dislivello  800 m
Difficoltà  TD / VI ( V+ obbl. )
Esposizione  Est
Rifugio di appoggio  Nessuno
Attrezzatura consigliata  n.d.arrampicata. qualche friends medio piccolo e cordini. Martello e chiodi per emergenza
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Buono
Commento Bel vione sul paretone del Brento. Diversi i tiri interessanti, e anche quelli più semplici sono divertenti da scalare. La roccia su diversi tiri è buona, ma in altri bisogna fare molta attenzione a quello che si tira. Attenzione all’ultimo tiro di uscita che è davvero marcio e terroso, e non è così chiaro dove uscire per non finire su bosco ripido e pericoloso.
In via poche protezioni molto distanti e di non facile individuazione, ma lo schizzo sul sito di 'arrampicata-arco' è ben fatto, e permette di restare sul percorso giusto. Le soste sono presenti e sono su anello spittato o su chiodi.
Sui tiri è davvero difficile integrare (se non piantando qualche chiodo), anche se comunque nei punti più difficili il chiodo c’è.
Possibile partire dal paese di San Giovanni (consigliato) o dal parcheggio delle placche zebrate. Da San Giovanni sia l’avvicinamento che il rientro sono davvero comodi.
Salire a San Giovanni, e appena si trova il cartello di benvenuto al paese, si gira a destra su stradina stretta carrozzabile. Un cento metri più avanti sulla destra c’è un piccolo spiazzo dove parcheggiare. Si segue il sentiero tenendo le indicazioni per Lastoni di Dro. Nel bosco ci sono diverse strade, e si può arrivare fino al ripido canale di discesa dall’altopiano in diversi modi. Una delle possibilità è seguire il sentiero 771 per mountain bike. Lo si segue fino a quando s’incontra una ripida discesa verso destra. Scendere la ripida discesa e poco più avanti sulla sinistra c’è una freccia rossa albero e una nera su cartello, che portano ad affacciarsi alla fine dell’altopiano. Si scende qui per ripida traccia seguendo sempre i bolli rossi fino ad un anello di calata che, con una doppia (35m o 30 + disarrampicata), depositano sul ghiaione sottostante in vista della parete. Da qui si seguono gli ometti e le tracce fino a sbucare sotto la parete trovandosi praticamente all’ attacco di boomerang (scritta blu – 1.15h)

L1: Salire lo sperone sopra la scritta stando a destra. Arrivare in una zona a balze, e obliquare a sinistra dove è ben visibile l’anello di sosta (50m, III)
L2 Salire su roccia compatta obliquando a destra fino ad un netto gradino su placca. Lo si supera, e poi si segue la fessura un po’ erbosa verso destra fino alla sosta su anello (45m, V, 1 spit + 3 ch)
L3: Salire la placca di aderenza sprotetta e delicata, fino a raggiungere il tetto a orecchio sovrastante. Si può anche andare a destra oltre il bordo e seguire la fessura erbosa che sale fino al tetto. Da qui (vecchia sosta) andando a sinistra si segue il tetto. Si sale poi in verticale seguendo il diedro più facile fino alla sosta (45m, VI, 6 ch)
L4: Traversare a destra qualche metro e poi salire in verticale trovando un chiodo, continuare per placche seguendo i punti più facili. Rinviare un alberello e continuare fino ad un terrazzino verso destra dove si sosta (50m, IV, 1 ch + 1 crd)
L5: Si sale in verticale fino ad uno spit visibile e poi traversare a destra un paio di metri scavalcando degli arbusti. Salire seguendo una fessura un po’ erbosa. Continuare in verticale per placche fino alla sosta su anello (25, IV+, 1 spit)
L6: Salire ancora per placche nere cercando i punti più deboli e puntando all’evidente diedro nero. Sosta appena sotto al diedro un po’ nascosta su anello e chiodo (30m, V, 3 ch). Possibile concatenarlo al precedente tiro.
L7: salire a destra della sosta, e poi entrare nel diedro a sinistra verificando le prese. Usciti andare leggermente verso sinistra e poi in verticale in una sorta di canalino dove si trova l’anello di sosta ben visibile (40m, V+, 4 ch)
L8: Salire obliquando a destra verso roccia più rotta (non bisogna puntare al boomernag a sinistra). Salire qualche metro e poi traversare decisamente a destra (cordino visibile). Da qui in verticale per placchetta fino alla sosta su chiodi (più un quarto ben visibile un metro sotto) (40m, V+, 3 ch)
L9: Non salire la placca sulla destra dove si vedono dei cordini, ma salire la rampa erbosa a sinistra che porta in direzione del grande tetto a boomerang. Sosta su anello alla fine della rampa (20m, III)
L10 Salire sopra la sosta fino al primo di due chiodi vicini (usare quello di sinistra, quello di destra è molto ballerino). Da qui iniziare a traversare a destra su bella placca aerea sfruttando gli appoggi in leggera discesa. Finito il lungo traverso Salire in verticale più facilmente fino alla sosta su anello (45m, 4 ch, V+)
L11: traversare a destra fino alla fine della parete e poi salire in verticale fino ad una fessura impegnativa su piccoli appoggi e chiodi distanti. Alla fine obliquare a destra seguendo una rampetta e sostare su albero (45m, VI-, 3 ch)
L12: Salire obliquando verso destra per terreno facile fino ad un gruppo di alberi dove si sosta su vecchio cordone (50m, III)
L13: Ancora obliquando verso destra su placca appoggiata e rotta seguendo i tratti più facili, fino ad un gruppo di alberi dove si sosta su vecchio cordone (50m, III)
L14: portarsi un paio di metri a destra della sosta e salire la placchetta inizialmente delicata, e poi un po’ erbosa con diversi alberelli. Usciti più alto, traversare a destra in direzione dell’albero dove si sosta (45, V-)
L15: Camminare per traccia sopra la sosta e poi seguirla traversando a sinistra (50m)
L16: Traverso verso sinistra quasi in piano su roccia da verificare e un po’ erbosa fino alla sosta su 3 chiodi (50m, IV, 3 ch)
L17. Ancora in traverso verso sinistra su roccia meno appigliata fino alla sosta su anello e chiodo (40, IV+, 4 ch)
L18: Salire leggermente a sinistra e poi obliquare verso destra con bella arrampicata. Superare una placchetta e sostare sotto uno strapiombino (30m, VI-, 7 ch)
L19: salire fino al tettino e poi obliquare a destra. Salire fino ad una pianta e poi superare la bella fessura di un paio di metri (sfalsare le corde sui primi chiodi). Usciti traversare a destra 3 metri fino alla sosta su anello e chiodo (30m, V, 5 ch)
L20: traversare a destra 3 metri e poi salire nel canalino su roccia friabile (attenzione!). Arrivati all’albero stare a sinistra, superare dei saltini e tratti erbosi, fino ad un cordone su pianta nei pressi di una nicchia dove si trova il libro di via (30m, V)
L21: salire in verticale la rampa canale a sinistra della sosta (attenzione!). Traversare a sinistra sotto uno strapiombino giallo (cordone), e andare a sostare su pianta (50m, IV)

DISCESA: Seguire la traccia ripida in verticale (attenzione) arrivando così nel bosco sommitale. Da qui piegare a sinistra seguendo sempre i bolli rossi. La traccia diventa sempre più netta mano a mano che si procede verso sinistra. Si intercetta poi una carrozzabile che riporta alla macchina (1 h)

Foto1: L3
Foto2: L5
Foto3: L10
Report visto  547 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport