Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Grignetta per la cresta Segantini, 28/10/2023
Inserisci report
Onicer  CLACRE   
Regione  Lombardia
Partenza  Piani Resinelli (LC) (1270m)
Quota attacco  1890 m
Quota arrivo  2170 m
Dislivello  340 m
Difficoltà  AD / IV ( III obbl. )
Esposizione  Ovest
Rifugio di appoggio  Rosalba
Attrezzatura consigliata  Casco , imbrago un paio di fettucce, 3 friends medi , N. 4 rinvii, reverso o piastrina.
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Dal parcheggio ( a pagamento) si percorre la strada asfaltata e poi una breve carrareccia fino al rif. Porta poi prima per il sentiero n.7 per c.a 10 minuti si prende girando a sin il n. 8 ( Direttissima ) direzione rifugio Rosalba. Il sentiero attraversa tutta la zona delle varieguglie= Angelina , Fungo , Costanza ecc.) Si superano vari tratti attrezzati tra cui il caminetto Pagani ( scala strapiombante) quindi dopo una breve deviazione ( discesa ) si risale in direzione del colle Valsecchi ( freccia) girando a dx che si raggiunge dopo un percorso di 1h 50 minuti dal parcheggio).
Attacco dopo 5 minuti a dx quindi dopo un breve canalino ( II grado) si deve superare il passaggio più impegnativo dell'intera cresta ( leggermente strapiombante di IV ) al termine del quale si trova la sosta.
Quindi si risale il primo torrione dalla sua cime scendere brevemente e raggiungere una selletta, salendo poi dall’altra parte (sosta). Traversare a dx e salire il successivo caminetto (III°, fix). Di nuovo verso dx, proseguire poi per una cengetta fino ad un altro caminetto, che si risale (II°). Proseguire lungo lo spigolo fino alla sommità (II°, fix). Dopo un facile tratto, si scende la Proseguire lungo lo spigolo fino alla sommità (II°, fix). Dopo un facile tratto, si scende la cresta esposta (II°+) fino ad un fix, poi verso dx scendere un muretto verticale esposto (II°+, III°) preferibile calarsi con doppia di 20 m. Si risale dall'altra parte del canale poi verso la selletta del Torrione Svizzero. Si sale poi il breve muretto (III°-), poi verso dx si doppia uno sperone fino a una cengia (fix). Disarrampicare (II°) fino all’intaglio tra il Torrione Svizzero e il Torrione della Finestra con una spaccata e salire la successiva paretina (II°+, sporgente), dove poi si trova la sosta .Proseguire a dx e salire interamente un camino (III°, II°+) fino a una cengia che si percorre fino a scendere poi ad un intaglio. Disarrampicare (II°) fino all’intaglio tra il Torrione Svizzero e il Torrione della Finestra con una spaccata e salire la successiva paretina (II°+, sporgente), dove poi si trova la sosta. Proseguire a dx e salire interamente un camino (III°, II°+) fino a una cengia che si percorre fino a scendere poi ad un intaglio. Da qui seguire una cengia detritica ( ometti visibili) che taglia il versante Nord del Pilone Centrale, affacciandosi poi verso un canalone molto profondo (“Canalone della lingua). Scendere per c.a. 5 m. poi da un chiodo presente ci si cala per c.a. 15 . fino al fondo del canalone con vista sulla valle Scarrettone.
Si risale il canalone dal versante opposto configurandosi in conserva per le facili placche sulla sx (bolli rossi, II°), fino ad aggirare un ripido salto sulla dx (freccia rossa). Giunti di nuovo sulla cresta, seguirne facilmente il filo fino alla q. 2124 (ultimo torrione prima della vetta, “La Bastionata”). seguendo la cresta ci si abbassa di qualche metro ad un intaglio ( II grado) si risale raggiungendo il fix di calata fino in fondo al Bocchino della Ghiacciaia.
A questo punto, avendo impiegato 6 h 15' causa qualche rallentamento per la presenza di altre cordate e configurati in cordata da 3 abbiamo deciso di scendere incrociando direttamente dalla Cermenati raggiungendo l'auto alle h. 18.15 ( 10 ore in totale dalla partenza).
Bella salita, abbastanza lunga , mai difficile ma complessa e qualche incertezza per l'orientamento causa la presenza di bolli rossi ricoperti da vernice argento in modo da renderli poco visibili. In ottima compagnia con super Ferdinando e Luca M. in crescita dal punto di vista alpinistico.
Report visto  3368 volte
Immagini             

[ Nessuna immagine disponibile ]
Fotoreport