Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   GUGLIA ROSSA via CORDA, 08/10/2023
Inserisci report
Onicer  garaca   
Regione  Piemonte
Partenza  Colle della Scala - versante Italia (1720m)
Quota attacco  2260 m
Quota arrivo  2545 m
Dislivello  285 m
Difficoltà  PD / II ( II obbl. )
Esposizione  Varia
Rifugio di appoggio  nessuno
Attrezzatura consigliata  N.d.A. - corda da 30m. - 7/8 rinvii.
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Avvicinamento:
Da Bardonecchia al Colle della Scala, versante Italiano e parcheggiare nello spiazzo a dx subito dopo le 2 brevi gallerie. (bacheca con indicazioni della via).
Note:
La Via Corda, così recita la bacheca alla partenza del sentiero, non è una vera e propria via ferrata, ma un vecchio percorso militare attrezzato, risistemato con code di porco e gradini metallici nel 2019. Non esiste il cavo come sulle ferrate quindi si percorre in conserva con corda corta usando le code di porco oppure i rinvii nei resinati o sui gradini, per fare sicura.
Descrizione:
Dal park seguire il sentiero con cartello ligneo “Guglia Rossa difficile” e l’evidente pannello esplicativo della “Via Corda”.
Partenza in piano nella pineta e poi con buona pendenza, sino al traverso sotto lo spettacolare Torrione Rosso e passando poi davanti ai 2 bunker. ( si possono visitare ed attraversare con lampada frontale)
Poco oltre si stacca verso dx (ometto) il sentiero appositamente scavato per raggiungere l’attacco contrassegnato da un grosso ometto che sta poco sopra il colletto del Torrione Rosso. (tratto da prestare attenzione per terreno friabile.)
Qui iniziano gli ancoraggi da seguire attentamente.
Dopo un tratto in salita, segue un lungo traverso in piano e pochi m. in discesa su una piccola cengia naturale in forte esposizione su pendii ripidi e ghiaiosi, le code di porco comunque abbondano.
Si giunge così al tratto più bello e verticale con buona roccia e attrezzato interamente con gradini metallici (alcuni ancora originale infissi dai militari) su speroni e placche fino in vetta. Questo tratto si presta ad essere salito in arrampicata facendo alcuni tiri di corda ed usando i gradini ed i resinati come ancoraggi per i rinvii.
GIUDIZIO PERSONALE:
Bella e divertente salita a metà tra ferrata ed arrampicata.
Attrezzata in modo impeccabile.
Perfetta per chi muove i primi passi in ambiente ma ha già un minimo di esperienza nell'uso della corda.
Ambiente e panorami…..superlativi.
Inutile dire che va percorsa con meteo stabile.
Con gli amici Matteo e Stefano.

Report visto  3373 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport