Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Via spigolo bellavista - Torre Bovental, 15/05/2022
Inserisci report
Onicer  merenderos   
Regione  Veneto
Partenza  Passo di Campogrosso (1450m)
Quota attacco  1565 m
Quota arrivo  1665 m
Dislivello  100 m
Difficoltà  AD+ / V- ( IV+ obbl. )
Esposizione  Sud-Ovest
Rifugio di appoggio  Rifugio Campogrosso
Attrezzatura consigliata  n.d.arrampicata. Friends e dadi medio-piccoli utili ma non indispensabili
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Bella via sul versante ovest del Sengio alto che corre lungo lo spigo sud ovest della torre Bovental. La via è alpinistica ma ben protetta a chiodi e clessidre. Le difficoltà sono sempre sul IV/IV+, con un paio di passi di V-. E’ possibile integrare con qualche friend o dado medio piccolo. Le soste sono buone. La roccia è buona anche se in qualche punto bisogna testare la solidità di qualche presa.
Dal Rifugio Campogrosso prendere il sentiero 170 che passa a sinistra della Sisilla. Attraversare un bel faggeto in falsopiano fino ad arrivare ai pascoli della Malga Bovental. Prima di arrivare a questa, prendere il sentiero che sale a destra seguendo le indicazioni per la forcella nord-ovest. Da qui la torre Bovental con il suo spigolo sono già ben visibili (il primo a sinistra della catena montuosa). Seguire il sentiero che inizia salire. Superare un primo ometto con una deviazione sulla destra e continuare fino ad un secondo ometto (poco prima di arrivare alla forcella). Salendo a destra per ripida traccia ghiaiosa, e in 5 minuti si arriva all attacco della via (chiodo con cordino - 45min)
L1: salire fino al primo chiodo e poi iniziare ad obliquare a sinistra. Rinviare una clessidra e salire in verticale (dado incastrato). Obliquare poi ancora a sinistra fino alla sosta su 3 chiodi (20m, IV, 1 ch,1 cl, 1 dado)
L2: Salire fino al chiodo e poi obliquare a destra su roccia gialla. Salire in verticale verso una fessura a sinistra dello spigolo. Superarla e poi per terreno più semplice fino alla comoda sosta su 3 ch (30m, IV+, 3ch, 1 cuneo, 1 cl)
L3: Proseguire in piano fino alla parete e poi salirla con passo deciso. Salire poi la parete lavorata fino alla comoda sosta su 3 ch (30m, IV, 3 ch)
L4: Traversare a destra per qualche metro e poi salire in verticale puntando alla lama sullo spigolo a destra. Superarla e continuare su terreno più facile fino alla sosta su grosso spuntone (35m,V-, 4 ch, 2 cl)
L5: camminare fino alla parete successiva. Salire fino alla cima del torrione, e poi, per crestina aerea verso destra, arrivare fino alla sosta su mugo (30m, IV, 3ch, 1 mu)
Da qui con passi elementari si arriva alla campanella di vetta (15m)

DISCESA: Dalla campanella ritornare verso il mugo dell’ultima sosta e scendere per traccia ripida verso destra. Poi a destra in piano per una trentina di metri fino ad una sorta di selletta boschiva. Si scende a destra per ripida traccia fino al sottostante sentiero dell’arroccamento (molto bello). Da qui verso sinistra si segue tutto il sentiero fino al passo degli Onari. Da qui a destra seguendo le indicazioni per Campogrosso, si ritorna al rifugio (1,15h).

Foto1: L3
Foto2: L6
Report visto  3082 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport