Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Via la piccola piramide - Coste dell'Anglone, 02/10/2021
Inserisci report
Onicer  merenderos   
Regione  Trentino Alto Adige
Partenza  Dro (150m)
Quota attacco  250 m
Quota arrivo  500 m
Dislivello  250 m
Difficoltà  D+ / VI+ ( VI obbl. )
Esposizione  Sud-Est
Rifugio di appoggio  nessuno
Attrezzatura consigliata  n.d.arrampicata. Qualche friend medio piccolo utile ma non indispensabile
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Bella via alle coste dell’Anglone. Tiri molto vari e con difficoltà sempre abbastanza costanti. La via risulta ben protetta e comunque dove serve la protezione c’è. Un pò più distanziata dove le difficoltà calano. Qualche friend o dado medio-piccolo può essere utile ma non indispensabile. L’ultimo tiro nei primi 10 m è decisamente un 6a, poi usciti dal muretto verticale le difficoltà si abbattono. Soste in ordine.
Parcheggiare al centro sportivo di Dro e prendere la strada sterrata. Alla prima deviazione andare verso sinistra. Continuare fino a quando si ritorna sull’asfalto. Fare un paio di curve, e poi tornare su strada sterrata. Ad un certo punto si prende un sentiero verso destra (scritta piccola in blu “arrampicata” su masso) che porta verso le pareti. In prossimità della parete andare ancora a sinistra fino a reperire l’attacco (scritta alla base).
L1: Salire obliquando verso destra. Raggiungere una spaccatura e poi salire in verticale. Superare una bella placchetta lavorata fino al comodo terrazzo di sosta (35m, IV+, 5/6 cordoni)
L2: Salire la placchetta sopra la sosta e poi alla prima protezione traversare a sinistra. Non salire la prima invitante spaccatura ma andare oltre fino ad una fessurina leggermente strapiombante. Superarla e poi obliquare verso destra fino alla sosta (30m, V+, 2 spit,1 ch, 1 cordone)
L3: In verticale sopra la sosta. Poi dritto su terreno appoggiato fino alla base di due muretti consecutivi verticali che si superano in successione (35m, VI-, 5 spit, 2 cordoni)
L4: trasferimento. Proseguire per traccia verso destra fino alla placca successiva dove si trova un albero per sostare. Non si riesce ad arrivare alla placca successiva concatenandolo con L3, ma bisogna comunque fare una sosta intermedia su albero (50m, I)
L5: Salire sulla placca con passo deciso e poi obliquare per tutto il tiro verso sinistra su placche fessurate fino alla base del diedro giallo. Sosta in alto sulla sinistra (40m, V+, 1 spit, 5/6 cordoni).
L6: Salire tutto il diedro ben protetto. Usciti continuare fino alla pianta (35m, VI-, 5spit, 1 ch, 5/6 cordoni)
L7: Alzarsi sopra la sosta per diedro erboso e poi obliquare verso destra su placca fino all’estrema destra del tetto. Salirlo verso sinistra sfruttando la fessura di fondo e l’opposizione di schiena. Al suo termine uscirne al di sopra con movimento atletico. Rimontare poi facili rocce fino alla sosta (30m, V+, 4 spit, 2 cordoni)
L8: traversare a destra in piano seguendo una cengetta (attenzione) fino alla sosta su 2 spit (15m, II). E’ possibile concatenarlo con il tiro precedente ma con gran attrito delle corde.
L9: Salire la placca seguendo la fessurina sulla sinistra. Traversare ancora a destra sfruttando la fessura che ora divien rovescia fino ad un diedro-camino rotto che si risale più facilmente fino alla sosta (30m, VI-, 3 spit, 1 cordone)
L10: Rimontare un muretto e poi traversare a sinistra per diversi metri fino ad una sorta di diedrino che oppone dei passi delicati. Poi si segue la fessura verso destra. Da qui sempre verso destra per placca molto appoggiata si arriva dopo una decina di metri alla sosta. (45m, VI-, 3 spit, 2 cordoni)
L11: Salire con difficile passo iniziare e poi traversare delicatamente verso sinistra per 15 m fino alla sosta (15m, VI-, 4 spit, 2 cordoni)
L12: Tiro chiave. Salire in verticale sopra la sosta con passo duro, poi leggermente verso sinistra per 7-8m fino ad uscire su terreno più facile. Da qui per placchetta lavorata verso destra si esce dalla via. Sosta su albero (30m, VI+, 3 spit, 1 cordone)
DISCESA: Seguire la traccia verso destra (faccia a monte) e poi il sentiero delle Cavre che in 45 min riporta al parcheggio. Arrivati in basso al bivio della strada sterrata prendere a sinistra per arrivare alla macchina.
Foto1: Il traverso di L5
Foto2: il diedro di L6
Foto3: il traverso di L11
Report visto  586 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport