Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Cima Grande di Lavaredo 2999, 19/07/2006
Inserisci report
Onicer  oscarrampica   
Regione  Veneto
Partenza  rifugio auronzo (2300m)
Quota attacco  2400 m
Quota arrivo  3000 m
Dislivello  600 m
Difficoltà  PD+ / IV ( III+ obbl. )
Esposizione  Sud-Est
Rifugio di appoggio  auronzo
Attrezzatura consigliata  nda doppia corda
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento 5 giorni dopo essere salito sulla Ovest con Andrea parto con Filippo per salire la Cima Grande di Lavaredo. E’ l’8 agosto dell’anno 2005. Alle 10 dal parcheggio sotto il Rifugio Auronzo prendiamo la stradina che costeggia il versante Sud delle Tre Cime e dopo circa 10 minuti si prende un sentiero che risale a sinistra i ghiaioni,passa dalla chiesetta e punta verso il canale tra la Cima Grande e la Cima Piccola. Arrivati all’inizio del canale, a sinistra, si trova l’evidente rampa che costituisce l’inizio della scalata vera e propria. Superate le prime facili rocce sulla rampa, si entra in un canale che, chiuso da strapiombi, si risale piegando a sinistra su una parete ripida, con buoni appigli (II,II+,ch.), che ci porta ad una forcella sulla parete Sud-Est. Poi scendiamo brevemente e andiamo a risalire una paretina con fessura (III-), quindi un canale gradinato e si giunge ad una crestina con uno spuntone caratteristico. Poco sopra si traversa 10 m a destra per altra parete rocciosa e si sale un canale (targa a sx) fino ad una cengia (II). Si sale ora obliquamente a sinistra (II) fino ad una conca cui segue un canale che porta alla base di un grande canale-camino che risalgo assicurato e dopo recupero pippo alle 14. Troviamo poi un altro camino di 15 m circa (III, roccia lisciata, chiodi), e al di sopra di questo, si attraversa la ripida parete a sinistra (II+, chiodo, esposto), poi ancora a sinistra (II) e si entra nel grande canale-camino. Da qui si sale (II, ch.) per poi spuntare verso sinistra sulla larga cengia superiore che si segue sempre verso sinistra per circa 60-70 m. Per ultimo si salgono tratti detritici con piccole paretine e tracce di sentieri o cengette (I e 1 pass. II) , un altro paio di camini(II-II+), fino ad arrivare al caratteristico rd esposto passaggio del masso incastrato che costringe ad effettuare un traverso che mi nette in difficoltà. Dopo aver superato un successivo breve e facile camino, ci si trova sulle ghiaie sommitali, da cui già si vede la croce di vetta. Facciamo quasi correndo dalla gioia gli ultimi passi e alle 16 siamo in cima dove ci sediamo felici a consumare il nostro pic nic. La cima è a quota 2999 mt e ci alziamo in piedi per arrivare a respirare l’aria dei 3000. Alle 17 cominciamo a scendere e dopo aver nuovamente doppiatio il masso incastrato, cominciamo le calate. Un ora dopo siamo al grande camino e poi raggiungiamo la cengia anulare. Non è semplice in mezzo al mare di rocce e ai vari camini e canali, che un poco sono da seguire e a volte da abbandonare, orientarsi e spesso dobbiamo fermarci a cercare segni o ricordi del nostro passaggio precedente. Ad un certo punto prima di una calata nell’ennesimo caminone, raggiungiamo un signore che stava attrezzando una doppia. Arriviamo quasi di corsa e ci chiede se vogliamo precederlo. Certo rispondo io e veloci recuperiamo le nostre due corde liberandoci per infilarle nell’anello di calata. In men che non si dica cerchiamo di farle filare ma ci presentiamo davanti al signore gentile con un gomitolone enorme: districarlo ci richiede più di dieci minuti passati a testa bassa a vergognarci per aver voluto passare e avergli fatto perder tempo. Finalmente ci caliamo e spariamo veloci dalle pietre che immaginiamo voglia lanciarci dall’alto. Di salto in salto finalmente arriviamo ai ghiaioni basali e intravista la chiesetta, ci sentiamo a casa. Alle 20 siamo di nuovo al rifugio. Felice Pippo per questa impresa dolomitica e io per la doppietta di Lavaredo in pochi giorni.
Foto1 pippo sale oltre il camino Foto 2 io in cima Foto 3 noi in cima

Report visto  423 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport