Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Pizzo Forcella, 19/07/2008
Inserisci report
Onicer  Luca Bono   
Regione  Svizzera
Partenza  strada per il Passo Novena (2000m)
Quota attacco  2500 m
Quota arrivo  2800 m
Dislivello  300 m
Difficoltà  TD- / 6b ( 6a obbl. )
Esposizione  Sud
Rifugio di appoggio  no
Attrezzatura consigliata  la via è attrezzata generosamente, abbiamo integrato una sola volta con un friend n°1 BD
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Venerdì sera sono in conferenza su skipe con Claudio e Francesco, è da quest’inverno quando abbiam fatto Luna Nascente che non arrampichiamo tutti e tre insieme, si cerca una via che vada bene a tutti e alla fine salta fuori la Val Bedretto, ci incuriosisce il Pizzo Forcella che con la sua parete sud offre vie di discreta lunghezza in ambiente isolato. La qualità della roccia non viene definita eccezionale come quella del vicino Cassina Baggio ma almeno eviteremo fastidiosi affollamenti.
Solito ritrovo a Como e via in autostrada, una sosta in autogrill è l’occasione per decidere definitivamente che la meta sarà il Forcella e la via di salita Sabbia nel Vento.
L’avvicinamento è su comodo sentiero che da subito ci fa scorgere la nostra montagna, una struttura possente e isolata. Un piccolo nevaietto costringe a gradinare con le scarpe da ginnastica, incredibile siamo a Sud a circa 2500 di quota e la neve è da ramponi…
Parte Claudio che si sparerà le prime tre lunghezze, arrampica con grande decisione ed eleganza anche a freddo sul primo tiro di 6a+.
E’ poi la volta di Francesco che ha il compito della difficile sezione centrale, anche se a detta di tutti e tre i primi tiri sono stati i più difficili! Anche il 6b del quarto tiro, piuttosto atletico ma non tecnico come il resto della scalata, non ci ha dato grossi problemi, personalmente invece mi sono trovato piuttosto imbarazzato per il tipo di arrampicata che prevale sulle prime lunghezze, caratterizzate da movimenti tecnici di equilibrio e spostamento su appoggi molto piccoli (sarà il mio piedone troppo grande?)
Anche la qualità della roccia a volte lascia un po’ a desiderare per grosse lame instabili, ma a onor del vero si tratta di pochi tratti verso la fine.
Chiudiamo la via con tre tiri un po’ più facili (max 5c) che mi accollo io realizzando così l’obiettivo di una giornata relax in montagna!
Con 7 calate siamo alla base a recuperare gli zaini, tirando un sospiro di sollievo perché quando il sole se ne andava e tirava vento faceva veramente freddo!
Con l’ultima doppia superiamo anche il nevaietto finale che non ha smollato di una virgola nemmeno nel pomeriggio.
Partecipanti: io, Claudio e Francesco

FOTO 1: il Pizzo Forcella visto dal sentiero di accesso
FOTO 2: primo tiro
FOTO 3: l'ultima lunghezza
Report visto  2820 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport