Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Pizzo di Dosdé, dalla Val Viola, 20/04/2018
Inserisci report
Onicer  LorenzOrobico      
Gita  Pizzo di Dosdé, dalla Val Viola
Regione  Lombardia
Partenza  Arnoga (tornante su str. per Livigno)  (1860 m)
Quota arrivo  3280 m
Dislivello  1620 m
Difficoltà  BS
Esposizione in salita  Ovest
Esposizione in discesa  Ovest
Itinerari collegati  Pizzo di Dosdé (3280m), dalla Val Viola
Neve prevalente  Trasformata
Altra neve  Trasformata
Rischio valanghe  2 - Moderato
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Buono
Commento Dato il caldo anomalo di questi giorni cerco le zone lombarde più fredde per godere di un buon rigelo notturno. Le stazioni meteo del CML parlano chiaro, le uniche che scendono sottozero sono Santa Caterina Valfurva e Livigno. Mi dirigo così in zona cercando una gita nuova e non troppo lunga in modo da poter fare un giro veloce. La Val Viola è sempre stupenda e in questi giorni isolata dato che la strada di accesso non è stata pulita dalla neve a causa del pericolo valanghe nel pomeriggio. Ci sono quindi 5km in più da fare dal tornante di Arnoga alla Baita Caricc. Rigelo discreto alla partenza, scarso nel bosco ma appena si esce la neve è portante. Dai 2000m in poi rigelo ottimo. Salita alla cima rapida e senza storia su firn portante e con buon grip. Sono salito senza rampant, anche se qualche balza ripida richiede attenzione. Nella parte alta la neve ha formato delle particolari rigole che non disturbano più di tanto e creano dei bei giochi di luce. In vetta alle 9:40 sono sceso poco dopo le 10 su neve a tratti ancora bella dura a tratti ben remollata. Nonostante il rigelo nella parte bassa la crosta teneva appena e se fossi sceso più tardi avrei sicuramente sfondato lo strato superficiale. Rientrato alle baite mi armo di pazienza e con passo pattinato ripercorro i 5km di strada battuta dalla motoslitta con diversi faticosi saliscendi. Nessun altro sciatore in tutta la valle, ieri è stata fatta la Cima Lago Spalmo anche questa in buone condizioni.

Per le gite dei prossimi giorni fondamentale il timing, anche più delle giornate calde normali perché la neve è ancora "acerba" e con una trasformazione limitata, quindi la crosta portante è veramente esigua. Preferire esposizioni Sud e Ovest e terminare la discesa non più tardi delle 11. Meglio gite rapide che per i gitoni infiniti arriveranno giorni migliori...
Report visto  1317 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport