Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Punta Barmaverain, dal Ghiacciaio di Giasson e la cresta W
Zona  Valle d'Aosta - Gran Paradiso
Partenza  Usellieres (Valgrisanche)  (1785 m)
Quota arrivo  3472 m
Dislivello  1690 m
Difficoltà  BSA
Esposizione in salita  Nord-Ovest
Esposizione in discesa  Nord-Ovest
Orario indicativo 4h e 30-5h
Periodo consigliato Marzo-Maggio
Descrizione Da Useleres seguire per un breve tratto la strada che conduce al rif. Bezzi; quindi piegare a sx seguendo la stradina che lungamente porta ad un bivio. Deviare a dx e raggiungere le baite M.gne di Mont Forciaz (mt. 2180m). Con dir. SE proseguire lungo il vallone e raggiungere il dosso soprastante (fin qui si può arrivare anche risalendo il ripido tratto boscoso già dalla partenza, compiendo infine un lungo traverso verso dx). Attraversare il torrente e risalire i successivi pendii, raggiungendo un altro breve pianoro che immette nel vallone di Giasson. Piegare leggermente a dx, stando quindi a sx dello sperone morenico che separa il Gh. di Giasson da quello dell'Invergnan (che invece conduce alla Grande Rousse). Con direzione E e poi SE seguire l'evidente vallone, risalendo gli ampi pendii tenendo preferibilmente la sx, fino a circa q. 2900 m. Quindi piegare verso SW e risalire un tratto decisamente più ripido che porta al colle sotto la Giasson. Poco prima di questo, piegare a sx puntando alla cresta W della Punta Barmaverain. Salire lungo la stessa, ripida ma percorribile sci ai piedi se in buone condizioni, con numerose inversioni. Giunti alla spalla che precede la cima, la pendenza aumenta sensibilmente e qui si lasciano gli sci. Proseguire quindi a piedi arrivando alla base della fascia rocciosa sotto la vetta; deviare a dx e risalire un canalino breve (ca. 7-8 m) ma molto molto ripido, usciti dal quale in pochi minuti si raggiunge la cima. Appena sotto la vetta si trova un caratteristico buco!
DISCESA: per l'itinerario di salita, ripercorrendo quindi la cresta.
Più interessante è invece la discesa dal vallone SE: rimessi gli sci al deposito, traversare verso dx su pendii piuttosto ripidi e si scende il bel canale SE che, a circa metà, si congiunge con quello di discesa dalla Grande Rousse. Scendere fino alla morena e poi ci si ricollega all’itinerario percorso in salita, scendendo o dalla strada o dal rado bosco, se la neve è in buone condizioni. Questa variante è da farsi solo in condizioni di neve molto sicure.
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento  Cima alternativa alla battutissima Becca di Giasson, anche se l’itinerario è praticamente in comune fino agli ultimi 100m. Ma la salita alla vetta è piuttosto impegnativa per pendii ripidi, rispetto alla stessa Giasson, e permette una discesa alternativa per il valloncello SE. Se le condizioni non sono sicure, è consigliabile scendere dalla cresta W e poi dal normale itinerario in comune con la Giasson. L’esposizione N/NW garantisce spesso neve polverosa e il colpo d’occhio sulla vicina Grande Rousse (il cui itinerario è in comune fino a circa metà percorso) è spettacolare.
FOTO 1: L’itinerario visto dalla strada di ritorno verso Bonne. In giallo, la variante di discesa dal valloncello SE.
FOTO 2: La cresta W della Punta Barmaverain vista dalla Becca di Giasson.
FOTO 3: Lo splendido vallone di discesa in comune con quello della Becca di Giasson.
Itinerario visto  1184 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Report collegati
29/04/2017  -  Punta Barmaverain, dal Ghiacciaio di Giasson e la cresta W, di Fedora